hronline
     n. 17 anno 2018

L'esperienza di Permasteelisa Campus

di Stefano Salis

Lanciato nel 2013 dalla capogruppo italiana Permasteelisa S.p.A., "Permasteelisa Campus" rappresenta un "fiore all'occhiello" del Dipartimento HR in tema di Talent Acquisition.

L'obiettivo del progetto è quello di offrire a brillanti giovani neolaureati nei principali rami di ingegneria ed architettura, un percorso di crescita professionale di alto livello, che unisca i mondi accademico e industriale.

Il Gruppo Permasteelisa opera a livello internazionale nel settore della progettazione, produzione ed installazione di involucri architettonici, facciate continue e sistemi di interni, collocandosi in posizione di assoluta leadership nel mercato globale di riferimento. La missione del Gruppo è progettare e realizzare opere architettoniche all'avanguardia ed innovative al fianco dei grandi nomi dell'architettura contemporanea, applicando soluzioni di elevato contenuto tecnologico, realizzando opere eco-compatibili ed eco-sostenibili.

Permasteelisa Campus, giunto alla sua terza edizione, è un programma completamente gratuito che mira a creare figure professionali specializzate nella gestione di progetti complessi in un ambiente fortemente a vocazione internazionale.

Le prime due edizioni di Permasteelisa Campus, tenutesi nel 2013 e 2015, hanno permesso ai partecipanti di entrare a far parte del Gruppo Permasteelisa con un iniziale contratto di apprendistato presso il quartier generale di Vittorio Veneto e di svolgere esperienze internazionali in alcune delle 50 sedi Permasteelisa nel mondo tra cui Doha, Singapore, Hong Kong e Londra.

L'attuale programma del Campus, si sviluppa in collaborazione con alcune importanti realtà Universitarie Italiane, tra cui il Politecnico di Milano e l'Università degli Studi di Udine, e prevede la presenza di docenti universitari e specialisti aziendali, che mettono a disposizione degli studenti le loro conoscenze ed esperienze professionali, favorendo un confronto attivo su esempi pratici e casi concreti. Il Master in Project Management, denominato "Managing Complexity", è accreditato dall'Università degli Studi di Udine e dal MIP come master universitario di II livello.

All'interno del programma, gli studenti, che provengono da università dislocate su tutto il territorio italiano, entrano a far parte di un ampio piano di sviluppo accademico e professionale che prevede una prima fase teorica d'aula di circa 500 ore ed un successivo periodo di stage in azienda di 250 ore, in affiancamento ad un mentore senior.

L'importante processo di selezione che ha portato all'individuazione dei 15 partecipanti, si è svolto attraverso prove tecniche, di logica, di conoscenza linguistica ed un assessement center finalizzato all'osservazione delle soft skills personali, oltre che ad un colloquio motivazionale individuale. La buona conoscenza della lingua inglese era un requisito indispensabile per la candidatura e per questo nella fase di selezione abbiamo introdotto una presentazione "non convenzionale", dove i candidati si sono raccontati in lingua, confrontandosi con docenti madrelingua inglese/americana e con il Dipartimento HR.

L'obiettivo principale rimane quello di formare figure professionali specializzate nella gestione di progetti, per avere in futuro professionisti nel settore delle facciate in grado di gestire commesse complesse e di operare nelle fasi di pianificazione, realizzazione e controllo. Il master consente infatti un rapido inserimento nel mondo del lavoro, con possibilità di sviluppo nei principali ruoli che ruotano attorno alla realizzazione di un progetto, dalla fase di tender alla realizzazione in Site.

Una delle novità più significative della terza edizione del Campus è stata un'offerta formativa più ricca, che ha dato maggiore spazio alla pratica ed al "learning by doing", attraverso esercitazioni e analisi di case history, ed attività di team building, come quella svolta sui campi da rugby presso il centro sportivo "La Ghirada" di Treviso, insieme a professionisti del settore sportivo.

Oltre ad un mix di metodologie didattiche innovativo, si è puntato inoltre sull'introduzione di nuovi strumenti di condivisione come l'App Campus, una piattaforma social riservata a studenti e docenti coinvolti nel progetto, dove, oltre al programma ed ai contenuti didattici, sono disponibili informazioni aggiornate in tempo reale sugli eventi del territorio, per facilitare le dinamiche di aggregazione.

Come Dipartimento HR riteniamo che la sostenibilità dell'azienda passi anche dall'inserimento di giovani con elevate potenzialità di crescita e in grado nei prossimi anni di ricoprire posizioni apicali all'interno dell'organizzazione aziendale.

Stefano Salis, HR DIRECTOR ITALY & SOUTH AMERICA presso Permasteelisa Group