hronline
     n. 8 anno 2018

Una mosca (digitale) nella minestra

di Paolo Iacci

Al ristorante della nota azienda ICT della Silicon Valley: "Cameriere!".

"Salve, mi chiamo Bill e sono il cameriere. Qual è il problema?".

"C'è una mosca nella mia minestra!".

"Provi di nuovo, magari la seconda volta non c' è più".

"No, è sempre qui!".

"Forse è la forma in cui è installata la minestra. Provi a girarla col cucchiaio ... ".

"Anche col cucchiaio la mosca è sempre qui ... ".

"Allora la minestra non è compatibile col piatto; lei che piatto sta usando?".

"Un piatto di MINESTRA!".

"Hmmm, dovrebbe andare bene. Quindi è un problema di configurazione, come è configurato il piatto?".

"E' su una tovaglia, con dentro un cucchiaio e la mosca".

"Riesce a ricordare com'era configurato prima che la mosca ci finisse dentro?".

"Io avevo ordinato la minestra del giorno!".

"Ha considerato la possibilità di aggiornarla all'ultima Minestra del Giorno?".

"Ma ogni giorno fate più di una minestra del giorno?".

"Sì la Minestra del Giorno cambia in media ogni ora".

"Ora qual è la minestra disponibile?".

"La Minestra del Giorno attuale è di pomodoro".

"Va bene, mi porti la minestra di pomodoro. Si sta facendo tardi".

Il cameriere ritorna con un altro piatto: "Tenga signore. La Minestra del Giorno".

"Questa è minestra di patate!!!".

"Sì la minestra di pomodoro non è più supportata dalla Microsoft".

"Va bene, a questo punto ho tanta fame che mangerei qualsiasi cosa".

Il cameriere se ne va ... "Cameriere! C'è un moscerino nella mia minestra!".

Conto: Minestra del giorno ... $ 5.00. Aggiornamento alla nuova Minestra del Giorno ... $ 2.50. Accesso al supporto tecnico ... $ 10.00.

Una nuova ricerca di CA Technologies dal titolo "Innovazione al femminile: tecnologia, cultura umanistica e creatività - Il futuro è STEAM: Science, Tech, Engineering, Arts& Math", conferma la scarsa presenza femminile nell'ambito delle nuove professioni create dall'economia digitale e introduce la possibilità di coniugare le competenze tecnico-scientifiche con quelle artistico-umanistiche.

L'indagine - condotta su un campione di 110 intervistati tra Responsabili delle Risorse Umane e Direttori dei Sistemi Informativi di aziende italiane e su 210 studenti di Licei e Istituti Professionali - conferma che le tecnologie digitali stanno accelerando la trasformazione dei modelli organizzativi delle aziende: ben il 32% delle realtà coinvolte ha istituito una funzione espressamente dedicata all'innovazione che, nel 67% dei casi, risiede all'interno della struttura Sistemi Informativi, dimostrando ancora una volta che la tecnologia è il vero motore dell'innovazione.

Pur trattandosi di team di nuova concezione, quelli dedicati all'innovazione rivelano però una composizione fortemente sbilanciata verso la presenza maschile, con un rapporto medio di 9 a 2. "Tra le figure professionali già oggi in forza nei dipartimenti ICT e per le quali si prevedono assunzioni anche nei prossimi tre anni, la componente di estrazione digitale è molto forte. In cima alla classifica dei profili digitali innovativi che si stanno affermando all'interno delle aziende intervistate troviamo quest'anno il Cyber Security Expert, il Digital Strategist / Information Officer, il Data Protection Officer, il Big Data Engineer e il Data Scientist a pari merito con il Cloud Computing Engineer .

Anche nella maggior parte di questi ruoli, però, la presenza femminile è sempre in significativa minoranza, con scarti particolarmente decisi in alcuni casi: il 100% dei Data Protection Officer è uomo, così come l'82% dei Cyber Security Expert, il 70% dei Cloud Computing Engineer e il 60% dei Digital Strategist / Information Officer".

L'uguaglianza di orientamento alla scelta della professione appare essere un obiettivo ancora lontano. Anche nel mondo digitale la donna ancora oggi rischia di apparire come la classica mosca nella minestra...

Seguimi su www.paoloiacci.it